Jean-Paul è il personaggio più orribile di “The West Wing”, e questo è un dato di fatto!

È domenica sera e sono in vena di insultare un giovane di nome Jean-Paul Pierre Claude Charpentier Vicomte de Condé de Bourbon. Per brevità, lo chiamerò Jean-Paul.

Jean-Paul (interpretato da Trent Ford) appare in 6 episodi di The West Wing, a partire dall’episodio di Natale della stagione 4 “Holy Night” – quello con i flashback dei gangster degli anni ’50 – in cui la sua nuova fidanzata, Zoey (futura vincitrice dell’Emmy Elisabeth Moss) lo presenta a Charlie e al Presidente. Ha un accento francese ridicolo, ovviamente un attore americano, diverse generazioni di reali nella sua famiglia e il compito non invidiabile di impressionare il padre difficile da impressionare di Zoey. È anche uno stronzo completo. Ugh. Lo odio.

La prima cosa che odio di Jean-Paul è, ovviamente, il suo background aristocratico e tutto ciò che ne consegue. Il suo atteggiamento snob non è del tutto evidente in quell’apparizione di “Holy Night”, ma in alcuni episodi diventa evidente che tipo di lavoro Jean-Paul sia rigido, arrogante e egocentrico. Riesco a malapena a dire che lo odio per essere francese – il mio nome è Lucien, ffs – ma la sua caricatura di un accento certamente non gli riscalda lo spettatore.

La prossima cosa che odio di lui è la cosa che tutti odiano di lui, ovvero che tiene separati Zoey e Charlie. Zoey è una brava ragazza , dannazione, ed è straziante vederla innamorarsi dei trucchi di un magnaccia come Jean-Paul mentre il giovane, spiritoso e molto istruito Charles Young è in piedi proprio dietro di lui. Ugh.

E poi il motivo principale per cui dovremmo odiare tutti Jean-Paul è che è un disgustoso manipolatore che picchia il drink di Zoey con estasi (che in realtà è GHB, buttandola fuori e portando al suo rapimento) in un night club, e poi parla di spazzatura su di lei ai media dopo che è stata trovata. E rinuncia al suo commerciante in cambio dell’immunità, che è sia una cosa un po ‘moralmente ok, ma anche egoista.

Non ci sono molti personaggi davvero cattivi in The West Wing ; quasi tutti hanno le loro qualità redentrici (anche Robert Ritchie). Ma non Jean-Paul. È semplicemente il peggiore .