Barriere per le donne candidate

Di Nora Shepard

È stato ampiamente riportato che storicamente un alto numero di donne si sta iscrivendo per candidarsi alle elezioni precedenti. Questa è una fantastica notizia! Incoraggiamo qualsiasi leader femminile a farsi avanti e candidarsi per l’ufficio. Se non tu, allora chi?

Beth Mason è stata Consigliera nel New Jersey dal 2007 al 2015.

Detto questo, è una strada brutale. Sfortunatamente, le donne e le minoranze nello spazio politico affrontano sfide apparentemente insormontabili che le loro controparti maschili bianche non devono semplicemente pensare. Questi ostacoli si presentano sia in forme sottili che evidenti.

Maggiori aspettative

Pew Research ha compilato uno studio nel 2015 e ha scoperto che circa il 40% degli americani incolpa il doppio standard posto sulle donne che provano a salire la scala della leadership poiché un motivo per cui le donne hanno meno probabilità di raggiungere posizioni potenti. È vero, sia statisticamente che aneddoticamente, che le donne devono mettersi alla prova con un insieme più rigoroso di standard. Liz Jaff, che è stata vicepresidente della DNC nel 2017, ha sentito questa pressione. Ha detto che le persone “hanno aspettative su come apparirai e su come agirai, e penso di aver accettato quelle aspettative. Ho sempre indossato i tacchi e non ho mai indossato i tacchi. ”Anna Valencia, segretaria di Chicago, fa eco. Dice che quando si sta preparando per un colloquio o un discorso, le persone le dicono che deve sorridere di più per assicurarsi che sia accessibile. “Non credo che diresti agli uomini candidati queste cose. Le donne hanno ancora molte barriere da superare in quella categoria “.

È difficile non ascoltare ciò che gli altri ti stanno dicendo di fare. Ciò è particolarmente vero in politica, quando in teoria stai cercando di lavorare per il popolo, dal popolo. Ti consigliamo di modificare il tuo comportamento per placare i tuoi elettori, donatori o volontari. Non esiste una risposta giusta o sbagliata qui. Assicurati solo di sapere quali sono i tuoi valori prima di entrare nello spazio politico e traccia i confini in modo chiaro e precoce.

stereotipi

Gli stereotipi di genere persistono negli Stati Uniti, senza dubbio. Chiunque può facilmente evocare immagini su stereotipi femminili, giusto? È ingiusto, ma è reale e importante nominarlo. Uno studio condotto da Aalberg e Jenssen ha indicato che le persone sono inclini a credere che i politici di sesso maschile siano più informati e affidabili, anche se fanno lo stesso discorso. Alcune altre ricerche, tuttavia, indicano che questi stereotipi devono essere “capovolti”. Significa che il pubblico in generale potrebbe non pensare automaticamente che una candidata non sia qualificata, ma dovrà essere molto più attenta nei suoi messaggi per evitare l’associazione con stereotipi femminili negativi.

Una donna, in particolare una in corsa per l’ufficio, deve costantemente navigare attraverso le molte contraddizioni poste su di lei. Non può essere vista come troppo sottomessa o troppo dominante, troppo nutriente o troppo fredda. È una linea sottile da camminare. Tuttavia, attraverso tutte queste sfide, le donne possono e hanno continuato a perseverare per guadagnare un posto al tavolo.

Fundraising

La Rutgers University ha condotto un rapporto del 2015 secondo cui le donne hanno maggiori probabilità di affrontare la concorrenza iniziale e sono più propense dei colleghi maschi a segnalare la raccolta di fondi come un ostacolo significativo. Le reti personali delle donne hanno meno probabilità di includere persone che daranno alla loro campagna e i comitati di azione politica (PAC) hanno meno probabilità di dare a una candidata perché storicamente le donne sono sottorappresentate, quindi un PAC metterà in dubbio la sua eleggibilità. Le donne repubblicane sono ancora più svantaggiate rispetto alle loro coetanee democratiche, poiché le reti di donatori di donne e i PAC delle donne hanno maggiori probabilità di dare alle donne democratiche. I candidati neri in particolare hanno meno probabilità di raccogliere più denaro e sono costretti a fare più affidamento su donazioni più piccole.

Liz Jaff fa eco a queste scoperte nella sua esperienza personale, ammettendo che “chiedere denaro era una delle cose più spaventose che io abbia mai fatto.” Anche Josina Morita, che si trova nel Metropolitan Water Reclamation District (MWRD), l’ha capito a livello personale , dicendo che quando ci sono gare in cui le persone hanno raccolto un sacco di soldi, “ci sono altri svantaggi che le donne hanno per raccogliere fondi … quindi le persone pensano ancora che gli uomini siano più qualificati”. È frustrante che le donne siano in tale svantaggio quando si tratta di il lato finanziario di una campagna e che le persone equiparano le qualifiche a quanti soldi puoi raccogliere.

Reclutamento

Guadagnare sostegno e sponsorizzazione può rivelarsi estremamente impegnativo per le donne. Chi ha investito in politica vorrà mettere soldi in ciò che ha funzionato in passato – che è, in generale, uomini bianchi. Sarà una battaglia in salita, ma circondati di persone che ti sostengono incondizionatamente, che ti ispirano e che parleranno a tuo nome.

Tensioni razziali

Quando immaginiamo un leader politico, in genere immaginiamo un uomo – ma anche quando evociamo intenzionalmente un leader politico femminile, il bianco governa ancora l’immagine. Questa aspettativa di bianchezza è sostenuta nella realtà, sfortunatamente. Nel 2016, solo il 32,4% delle donne che prestavano servizio nel Congresso degli Stati Uniti erano donne di colore; le donne di colore costituivano solo il 6,4% del totale dei membri del Congresso. L’11,8% delle donne che prestano servizio negli uffici elettorali statali erano donne di colore; solo il 2,9% dei dirigenti elettivi in ​​tutto lo stato erano donne di colore. Il 22% delle donne che prestano servizio nei legislatori statali erano donne di colore; solo il 5,4% dei legislatori statali totali erano donne di colore. Chiaramente, abbiamo del lavoro da fare.